Archivi tag: Salute

7 giugno: La cannabis a basso principio attivo illegale. Non sarà incentivo alla illegalità?

Personalmente non ho bisogno di fumare o farmi una tisana con della cannabis. Primo perchè adoro la lucidità. Secondo perché non ho delle patologie per cui ci sia bisogno di antidolorifici tali come la cannabis che fino a qualche tempo fa erano perfettamente acquistabili nei cannabis shop i quali lentamente hanno iniziato ad affollare i centri commerciali e le zone di negozi delle città.
Ma il fatto che io non ne abbia bisogno come non ne hanno bisogno altre persone come me non vuol dire che non ce ne sia bisogno in generale. Bene inteso: se si tratta di drogarsi con della cannabis che non è eventualmente tutelata da dei termini scientifici di legge per cui fino ad un certo punto, come era prima della sentenza della Cassazione, si è nella legalità e dopo di quello è stupefacente, allora è drogarsi e passibile di sanzione. Ma se prima con delle coltivazioni mirate si creava la possibilità di produrre del medicinale, perché tale era, per persone che per un motivo o per un altro avevano bisogno di un antidolorifico come possono essercene tanti ma difficili da sopportare rispetto alla cannabis, perché vietare una produzione che è in tutto e per tutto medica? E soprattutto sarebbe tale da trattare e non al libero acquisto di tutte le persone?
Perché di due cose una: da una parte si elimina il narcotraffico che comunque esisterebbe dacchè esiste il mondo, e dall’altra fai un servizio di salute per la gente. Se davvero si vuole fare un servizio alla popolazione italiana, si inizi a riprendere in mano la legge precedente attualmente inadatta per la inoppugnabile sentenza della Corte di Cassazione. E in base a dei criteri prettamente medici, che tali devono essere dall’inizio alla fine, si fa in modo che dei pazienti, e non dei cittadini senza una patologia, possano ricevere il proprio antidolorifico. Perché la cannabis in quel caso viene prodotta con criteri scientifico-medici e come tale arriva con la ricetta del medico al paziente che ne necessita.

Il buon esempio di essere un ministro degno del proprio ruolo

Vuoi in Italia vuoi in un altro paese, fare il ministro non è una cosa facile. Perché da un lato hai delle responsabilità da portare avanti, dall’altro devi essere il frontman della situazione in tutto e per tutto quello che riguarda quello che fai nel tuo lavoro di amministratore del governo. E’ stata di qualche tempo fa la notizia di un ministro della salute che fuma. Ma si potrebbe guardare dentro casa nostra e vedere un Ministro dell’Interno che, anche se non potrebbe, indossa le divise dei suoi sottoposti. Esiste infatti l’articolo 498 del Codice Penale che vieta ad un rappresentante istituzionale di portare le divise di un corpo delle Forze dell’Ordine: “Chiunque, fuori dei casi previsti dall’articolo 497-ter, abusivamente porta in pubblico [c.p. 266] la divisa o i segni distintivi di un ufficio o impiego pubblico, o di un corpo politico, amministrativo o giudiziario, ovvero di una professione per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato [c.p. 359] (1), ovvero indossa abusivamente in pubblico l’abito ecclesiastico, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 154 a euro 929”.
Detto questo, perché Salvini fa quello che fa? Semplice: perché ha capito che ai suoi uomini questa cosa fa piacere, oltre che all’elettorato. E quindi: largo a più non posso. Ma non è una cosa che può funzionare in eterno: se non fai il tuo lavoro di ministro, se non dai il buon esempio, è inutile tu faccia il ministro. E’ inutile faccia del carnevale, con tutto il rispetto delle divise vere, quando sarebbe meglio stare nel tuo ufficio a risolvere i problemi giornalieri. In semplice giacca e cravatta.

Blogosfera del 27 ottobre 2016

LA RACCOLTA DEI RACCONTI:

IL GIORNALE DELLA GIORNATA:

GLI EDITORIALI:

Il valore della vita e le scelte dei medici

LE RICETTE:

Blogosphera del 12 aprile 2016

I BLOG:
Fissi:
Il Giornale della Giornata:
Giornale del 12 aprile 2016

La Raccolta dei Racconti:
Pagina 10–il video


Random:
Le interviste:
Tematica: intervista Doppia
Intervista doppia: Belen-De Martino

Le recensioni:
Tematica: film
Non ce l’Ho fatta…

Le notizie:
Tematica: spiritose
Impazza sulla rete una serie di parodie di “Porta a Porta” con ospiti ‘incredibili’

————————-
Tramite l’indirizzo email m.baudone@libero.it
puoi scrivere direttamente all’autore del blog,
per dire la tua su quello che viene pubblicato,
o fare una donazione con Paypal per sostenere la blogosphera…
Oppure tramite il mio account Twitter @matteo_bd
puoi dire la tua sui blog e i loro contenuti.
Grazie
—————————

Meteo:
Previsioni per Mercoledì 13 aprile 2016
Previsioni per Giovedì 14 aprile 2016

Guida TV:
STANOTTEDOMANIDOPODOMANI