Archivi tag: peso morto

8 giugno: Radio Radicale è una voce da non zittire. Ma non può essere un peso morto…

Io vivo di informazione. Come lo è questo blog che fa informazione e di cui ringrazio da una parte voi lettori e dall’altra la piattaforma WordPress per permettermi di scrivere quello che più preferisco. E mi piange leggermente il cuore sentire che Radio Radicale, un mezzo di informazione che ha una storia importante alle spalle, ha dei problemi. Si tratta in tutto e per tutto del fatto che non ci sono eventuali coperture economiche per poterla mandare avanti. La domanda a questo punto è una soltanto: come mai sempre più si pensa allo Stato italiano come all’ultimo pagatore di tanti progetti, come quello di Radio Radicale, che non riesce a rimboccarsi le maniche e a darsi una scrollata piuttosto di piangere miseria?
Non vuol dire questo che da oggi in poi Radio Radicale deve mettersi a trasmettere pubblicità come le altre emittenti commerciali, ma potrebbe da un lato rendersi meno un mezzo a peso morto, dall’altro iniziare ad essere una radio con un progetto e soprattutto, magari, fornitrice di materiale radiofonico come può essere fornitore di materiale una agenzia stampa o una agenzia fotografica. Che fa il lavoro che altri giornalisti faticherebbero a fare e riesce con questo a rendersi sostenibile.
Con questo non voglio che Radio Radicale faccia quello che voglio io. Ma più in generale vorrei che nel nostro paese ci siano meno situazioni di sostegno a stampella unica da parte del nostro Stato quando non è strettamente necessario, e sempre più autosostegno di ciascuno rispetto al bancomat che è sempre stato lo Stato italiano da che mondo è mondo. Un briciolo di rispetto…

1 giugno 2019: Non si può abusare dell’abuso di ufficio

Voglio essere veramente breve. Ma solo dicendo che non si capisce come mai per la volta delle volte si ricapita punto e a capo con il classico cretino che si mette a girare il manico nella polenta perchè ha più fame di quanto è grande il suo piatto. E allora deve andare a mangiare dal pentolone e deve per forza mettere nei guai il capo politico di turno.
La si può smettere di fare i cretini con la propria carica di governo o di amministrazione?
Non si capisce che per l’ennesima volta si casca a scavare il fondo del barile e tra poco a forza di scavare ci troviamo al centro della terra?
Chiedo una cosa sola: facciamo in modo da mettere veramente alla pubblica gogna tutte queste persone perfino se sono nostre amiche. In primo luogo perché si scarica un peso morto. E poi si fa da esempio a tutti coloro che in un futuro si metteranno a fare quelli che come il cretino di turno mangia dal pentolone della polenta.