Fare la spesa al discount: diventerà per più persone?

Il supermercato è una invenzione recente, se cosi possiamo dire. Una volta esistevano i singoli negozi e gli empori. Per cui se volevi una mozzarella dovevi andare dal lattaio. Se volevi la verdura dal verduraio. La carne dal macellaio e il pesce dal pescivendolo. Oggi invece la tendenza è trovare tutto quanto in un unico negozio. Differenziando tra situazioni di cibo confezionato o cibo fresco da farsi preparare al momento.

Ma di fronte agli aumenti che si prospettano nel futuro, come ci si potrà difendere? Perchè se uno ha solo 100 euro per fare la spesa settimanale, quei cento euro non possono essere superati. Non voglio però qui dare dei consigli o degli accorgimenti. Ma partire da un punto preciso: il discount non sarà più un tipo di supermercato per fasce di reddito medio basse per non dire basso bassissime.

Il discount può essere visto come una sorta di ultima spiaggia per chi non ha un euro in più da spendere rispetto al proprio budget.

E quindi compra li dentro la propria spesa.

Il resto dei supermercati più “alti” potrebbero desertificarsi, con la migrazione verso i discount. Perchè i 100 euro di una volta li si deve spendere nel discount piuttosto che nel vecchio supermercato sempre frequentato.

La domanda che ci s potrebbe fare, di fronte a questo stato di cose, non potrebbe essere: in quale modo mi rapporto io con i miei 100 euro nel supermercato?

Un punto di partenza di riflessione potrebbe essere che quando entro nel supermercato prendo un carrello e compro quello che ho scritto nella lista. Non provo a stare attento a quello che compro. So che posso pagare la spesa, e quindi non mi faccio problemi. Se poi per comportarmi nello stesso modo devo smettere di andare dove sono sempre andato, e devo frequentare un discount, fa poca differenza.

Se invece provo a dare attenzione per i miei 100 euro, mi potrei ancora trovare in un circuito supermercatale con punteggi e bonus. E non dovermi rapportare con una realtà dove la convenienza esiste ed è indubitabile. Ma che non permette promozioni differenti o non permette di “giocare” con scontistiche periodiche a cui fare affidamento e su cui costruire i propri acquisti più a lungo termine.

(Foto: https://pixabay.com/it/photos/impresa-di-shopping-shopping-1275482/)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...